Nella nostra informativa sulla privacy, utilizziamo i termini che sono impiegati nel GDPR e lì definiti. Per aiutarvi a capire quale sia il loro significato, in questa sezione desideriamo spiegarvi i termini più importanti.

  1. Dati personali

Per dati personali si intendono tutte le informazioni che permettono di identificare o di rendere identificabile una persona fisica (di seguito l’“interessato”). Una persona fisica è considerata identificabile, direttamente o indirettamente, se può essere identificata attraverso l’associazione a un particolare identificatore, come un nome, un numero identificativo, una geolocalizzazione o un identificatore online (per esempio un indirizzo IP o cookie), o a uno o più tratti distintivi che siano espressione dell’identità fisica, biometrica, genetica, mentale, economica, culturale o sociale della persona fisica in questione.

 

  1. Trattamento

Per trattamento si intende una qualsiasi operazione o un insieme di operazioni eseguite con o senza l’ausilio di procedure automatizzate e applicate ai dati personali. Ciò include sostanzialmente qualsiasi trattamento di dati personali quale la raccolta, l’archiviazione, la modifica, l’utilizzo, il trasferimento, la distribuzione, la cancellazione o la distruzione ecc.

 

  1. Titolare

Con il termine titolare del trattamento si intende una persona fisica o giuridica, un’autorità pubblica, un’agenzia o altro organismo che, indipendentemente o di concerto con altri, decide in merito alle finalità e ai mezzi di trattamento dei dati personali. Il titolare deve garantire l’accettabilità normativa del trattamento dei dati mediante l’impiego di misure tecniche e organizzative soggette a revisioni periodiche.

 

  1. Pseudonimizzazione

Con il termine pseudonimizzazione si intende il trattamento dei dati personali in modo tale da impedire la possibilità di attribuzione dei dati personali a uno specifico soggetto senza che vengano fornite ulteriori informazioni, a condizione che tali informazioni aggiuntive siano mantenute separate e soggette a misure tecniche e organizzative tali da garantire che i dati personali non siano associati a una persona fisica identificata o identificabile.

 

  1. Responsabile

Il responsabile del trattamento è una persona fisica o giuridica, un’autorità pubblica, un’agenzia o un altro organismo che elabora i dati personali per conto del titolare del trattamento.

 

  1. Destinatario

Il destinatario è una persona fisica o giuridica, un’autorità pubblica, un’agenzia o altro organismo cui vengono comunicati i dati personali, indipendentemente dal fatto che si tratti di una terza parte. Le autorità pubbliche che possono ricevere comunicazione di dati personali nell’ambito di una specifica indagine conformemente al diritto dell’Unione europea o degli Stati membri non sono considerate destinatari.

 

  1. Terzo

Il soggetto terzo è una persona fisica o giuridica, un’autorità pubblica, un’agenzia o un altro organismo che non sia identificabile con la persona interessata, con il titolare del trattamento, con il responsabile e con le persone autorizzate al trattamento dei dati personali sotto l’autorità diretta del titolare e del responsabile.

 

  1. Consenso

Il consenso è un’espressione dell’autodeterminazione relativamente alla protezione dei dati. Per consenso si intende qualsiasi manifestazione di volontà libera, specifica, informata e inequivocabile dell’interessato, con la quale l’interessato esprime il proprio assenso, mediante dichiarazione o azione positiva inequivocabile, al trattamento dei dati personali che lo riguardano. Il consenso prestato deve essere revocabile in qualsiasi momento.

Torna alla pagina principale